LITURGIA: A

Indice dei documenti disponibili: A | B | C | D | E | P | Q


L'AVVENTO: Liturgia e Catechesi.

Messaggio per l'Avvento 2013

PREPARATE LA VIA AL SIGNORE
Mentre ci rimettiamo in cammino “con Cristo, per Cristo e in Cristo”, vogliamo ripercorrere la Storia della Salvezza per poterci sentire meglio “attori” e non “spettatori” di quell’avvenimento.

Leggi tutto nel file PDF


------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

In questo documento qualche notizia storica sull'Avvento: "Avvento" è una parola che indica attesa di qualcuno che sta per venire.
Le notizie storiche sulla sua origine, come tempo liturgico, sono scarse e incerte. Così come lo conosciamo è noto solo in Occidente. In Oriente c’è soltanto una breve preparazione al Natale. L’Avvento, nei primi tempi, preparava i credenti indistintamente al Natale e all’Epifania e la struttura che si dava a questo tempo risultava molto simile a quella quaresimale. Risaltava l’aspetto penitenziale, con un digiuno prolungato per sei settimane, iniziando, come in Gallia, dall’11 novembre festa di S. Martino.

Leggi tutto nel file PDF


LA SPIRITUALITÀ DELL’AVVENTO
La liturgia dell’Avvento propone al credente un itinerario spirituale in tre tappe: l’attesa vigilante e gioiosa, la speranza, la conversione. Parlare di spiritualità è sottolineare quegli atteggiamenti che il singolo e la Comunità trovano congeniali per accostarsi al mistero di Dio e di Cristo: una disposizione interiore che permette di guardare a Colui che deve venire.

Leggi tutto nel file PDF


AVVENTO: La Grazia di un Nuovo Anno
CHE COS’È L’ANNO LITURGICO? Per definirlo ci riferiamo ai Misteri della nostra vita cristiana, scanditi dalle liturgie che li celebrano e ce li spiegano. Ma se vogliamo comprenderlo in profondità, dobbiamo riconoscere che è una persona: è Gesù Cristo...

Leggi tutto nel file PDF


AVVENTO: SE TU SQUARCIASSI I CIELI
«Se tu squarciassi i cieli e scendessi!» - L’Avvento ritorna! In realtà è sempre Avvento perché Egli, il Signore, viene sempre; ma la Chiesa ci fa vivere quattro settimane in maniera tipica, tale da farci imparare in quale spirito vivere sempre, come coloro che sono di passaggio e provvisori in questo mondo: gente che attende una venuta e una Presenza indefettibili, in attesa dell’ingresso nella patria o Terra Promessa, conquista e dono, che è per noi il luogo dove ci conduce il nostro Condottiero, Gesù, Capo e Pastore, nel cuore del Padre!

Leggi tutto nel file PDF


---- ARCHIVIO ------------------------------------------------------------------------------------------

Il percorso dell’Avvento è tutto animato dalla verità che la venuta di Cristo nella carne mortale è la realtà, è il senso ultimo e definitivo del passato, del presente e del futuro. È fondamentale riconoscere che Cristo è il compimento dell’umanità. Egli rivela l’origine, la profondità e la definitività dell’esistenza umana e di ogni singolo uomo. La nostra coscienza, nel suo cammino cristiano, vuole che questa è la verità della vita e della storia; in quanto Redentore dell’uomo, Cristo è tutto e in Lui si raccorderà quell’istante inconcepibile eppure realissimo, che sarà il nostro ultimo istante, il quale non ci farà piombare nel nulla universale, ma tra le braccia del Signore che, dall’altra parte della barricata, ci starà attendendo a braccia aperte.

Leggi tutto nel file PDF


La Corona dell’Avvento, diffusa ormai in tutte le chiese, è costituita da un grande anello fatto di rami di abete, di pino di foglie di alloro. Attorno alla corona sono fissati quattro candele. Con la sua forma circolare, la corona indica UNITÀ, FEDELTÀ, VITTORIA.

- L'Avvento: la corona dell'Avvento Leggi il PDF

Le Domeniche d'Avvento - Anni B

1° DOMENICA DI AVVENTO (B) : FIDUCIA NELL' ATTESA 
 «Quello che dico a voi, lo dico a tutti " Vegliate!"»; sono le parole del Signore Gesù, che concludono il breve passo del Vangelo di oggi, e che indicano il senso profondo del tempo liturgico dell'Avvento, che si apre, appunto, con questa domenica. Avvento: tempo di vigilanza nell'attesa del Salvatore che viene, che sempre, e ancora, viene e verrà, inviato dal Padre per la salvezza di ogni uomo; Avvento, che si è realizzato storicamente due millenni fa', nella " pienezza dei tempi", e che si compirà alla fine dei giorni, in quel momento misterioso, che solo il Padre conosce (Mt.24,36); Avvento che, incessantemente, si attua, in quanto, il Padre, sempre, invia il Figlio agli uomini, quando essi lo invocano per la loro salvezza.

Leggi tutto nel file PDF


2° DOMENICA DI AVVENTO (B) : GIOVANNI ANNUNCIO E PROFEZIA 
 Se tu squarciassi i cieli e scendessi!"; è il grido del profeta Isaia che implora da Dio la liberazione del popolo, il quale vive in schiavitù; un grido che attraversa la storia e raggiunge ogni epoca, da tante parti della terra, infatti, ancora oggi, questo grido si leva verso il Cielo, invocando liberazione, salvezza e pace.

Leggi tutto nel file PDF


3° DOMENICA DI AVVENTO (B) : GIOVANNI 
 " Venne un uomo mandato da Dio e il suo nome era Giovanni. Egli venne come testimone per rendere testimonianza alla luce, perché tutti credessero".

Leggi tutto nel file PDF


4° DOMENICA DI AVVENTO (B) : MARIA, MADRE E SERVA DEL SIGNORE 
 "In quel tempo, l'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazareth, a una vergine, sposa di un uomo della casa di Davide..."; così inizia il passo del Vangelo di questa quarta domenica di Avvento, che precede di pochissimi giorni il Natale; il passo è tratto dal racconto di Luca, che, più degli altri evangelisti, si sofferma sull'infanzia del Salvatore.

Leggi tutto nel file PDF


         Catechesi

L'AVVENTO per i nostri bambini.

L'Avvento e l'Anno Liturgico: cosa rappresentano? il Sacerdote durante la Santa Messa della prima domenica di dicembre, dice che inizia il nuovo anno liturgico e che inizia il periodo di Avvento. Che cosa significa? Cerchiamo di capirlo insieme...

- Anno liturgico e Avvento Leggi il PDF

Le quattro candele del pastorello, Era una giornata grigia e cupa; la nebbia copriva tutte le cose ed oscurava il sole. Fu così che il padrone ordinò ai suoi due pastori, Giovanni e Daniele, di condurre le pecore lontano dalla nebbia, in cima alla montagna, là dove splendeva il sole. Il piccolo Daniele, che aveva appena nove anni, stava sempre alle calcagna di Giovanni perché aveva paura della nebbia. E Giovanni, ch'era grande e forte, proteggeva volentieri il piccolo compagno di lavoro...(L'Avvento per i bambini)

- Le quattro candele del pastorello (stampa, leggi e colora) Leggi il PDF


Vai a Avvento Pag.2 >>

Indice dei documenti disponibili: A | B | C | D | E | P | Q


Catechesi